Veglia




Non si ode un battito
nel cuore della notte

gonfie di buio
le ore passano silenti.

Nessuna notte 
fu mai così lunga

nessuna mano  
così lontana.

Ma anche domani
la stella madre arriverà

e sarà di nuovo giorno
e sarà di nuovo vita.




A braccia vuote



Se avessi avuto
più coraggio
ignorato quelle ombre.

Se avessi più forte
abbracciato il pensiero.

Se avessi spogliato
 il mio tempo
della veste d’eternità.

Se avessi, se avessi,  
mille volte se avessi,

ora saresti qui
bambino mio,
qui, tra le mie braccia

e non avrei saputo mai
che i baci perduti
sono quelli più amari

e le braccia vuote
quelle più fragili.