Verso il nido











 Un canto di morte
ingannò la preda
e la noia esplose
dall’arma lucente.

 Il piombo squarciò
il petto suo di neve e
su filari di granturco
gli occhi miei
 di piume e sangue
si chiusero sgomenti