Ritrovai l'estate




Al calar della bruma
rapisti l’anima mia, 
di note sparse
creasti sinfonia,
di parole mai dette 
poesia. 

E ritrovai l’estate
tra le pareti affrescate
per me lungo la via 



2 commenti:

mary ha detto...

cara Sira,fatico un po' coi kiei occhi perche' soffro di una malattia rara che me li sta rovinando,ma appena posso ti leggo.In te,nei tuoi versi trovo cose che ni assomigliano,una certa affinita' che mi piace.Tu meno prolissa,io non riesco mai a tagliare ma sei molto,molto brava questa e' bellissima ciao marinella

Sira Fonzi ha detto...

Cara Marinella, per me è un onore avere delle affinità con te. Mi piace molto il tuo scrivere, che di prolisso non ha proprio nulla e sai che te lo dico con il cuore. Un abbraccio affettuoso Sira