Notte romana



Con l'inchiostro della notte
la città eterna
scrive la sua poesia. 

Nel palazzo addormentato
una finestra illuminata. 

Qualcun altro,
ammaliato come me,
in silenzio,
sta leggendo quei versi.